Lounge Bar, Caffe, Gelaterie, Pasticcerie

Lounge Bar Caffe Gelaterie Pasticcerie Arredo Interior Design Tecnam Progetti


Lounge Bar Caffe Gelaterie Pasticcerie Arredo Interior Design Tecnam Progetti

Sedersi al tavolino e sorseggiare un caffè nel proprio locale preferito è una delle attività più ordinarie e diffuse compiute ogni giorno da milioni di persone.

La storia dei bar inizia fuori dall’Europa, intorno al 1500, in quei locali divenuti col tempo punti d’incontro per artisti e poeti, dove viene servito il caffè.

Per vedere i primi caffè in Italia bisogna aspettare il 1700. Quando a Venezia, porto commerciale frequentato dai mercanti turchi, apre il celebre Caffè Florian nel 1720. Prende vita l’arte del cocktail, si cominciano a servire tè e infusi e sempre più le caffetterie assumono il ruolo di centri culturali specialmente per gli intellettuali e gli aristocratici.

Sono dei salotti a tutti gli effetti, dei luoghi dove poter parlare di politica, letteratura oppure organizzare una rivoluzione. La clientela diviene sempre più internazionale e inevitabilmente si rende indispensabile adeguare anche il nome dei locali.

A usare per primo il termine “bar” pare sia stato un imprenditore italiano, Alessandro Manaresi, che nel 1898 apre il primo bar a Firenze usando le tre lettere come sigla per Banco A Ristoro.

L’Italia ha avuto una parte essenziale nella storia dei bar, differenziandosi rispetto ad altri paesi nel creare una tradizione.

Il cosiddetto bar all’italiana è infatti un luogo di aggregazione e svago a 360 gradi. È indiscutibilmente uno dei simboli nazionali. Associato al piacere di noi italiani di concederci un caffè a qualunque ora del giorno o un aperitivo al tramonto.

Col passare del tempo, a partire dal secondo dopoguerra, la dimensione del bar come luogo elitario inizia a mutare. Assumendo un ruolo più popolare, esattamente come avviene ancora oggi.

Con il boom economico, tra gli anni ’50 e ’60, cambiano i ritmi di vita e con essi anche le abitudini. Il tempo da dedicare alla colazione a casa sembra ridursi sempre più. Al punto da invogliare le persone a consumare giusto un espresso al bar prima di andare al lavoro.

Tale consuetudine si afferma definitivamente nel corso del decennio successivo. Con l’aggiunta dell’irrinunciabile pausa caffè nel corso della giornata.